Nel 2020 le patologie croniche occuperanno ben l’80% del totale delle malattie, con conseguenze pesantissime. Già oggi infatti, a livello globale, sono responsabili dell’86% delle morti, e impongono una spesa sanitaria di 700 miliardi di euro.

    Questo è quanto emerge dal workshop “Il paziente al centro – La gestione integrata della cronicità”.

    In Italia, ad esempio, il diabete colpisce circa 3,6 milioni di persone e viene per questo considerato «un’emergenza: solo un paziente su tre ha un adeguato controllo e di conseguenza le complicanze cardiovascolari, renali, oculari determinano un altissimo impatto socio-economico per il Sistema sanitario nazionale». Un altro fattore importante da analizzare è il fatto che permangano «ostacoli per i farmaci innovativi contro il diabete; e il medico di medicina generale non può prescriverli».

    Il problema non si ferma solo al diabete. Esistono diverse patologie che vanno prevenute, diagnosticate e curate nel modo più corretto, come lo scompenso cardiaco, l’ipertensione, l’insufficienza respiratoria, i disturbi del sonno, l’obesità, o l’ipercolesterolemia. 

A questo fine, il Piano Nazionale delle Cronicità realizzato dal ministero della Salute, si prefigge di disciplinare «le modalità di assistenza dei pazienti affetti da malattie croniche».

Summary
Malattie croniche: nel 2020 saranno l’80% del totale
Article Name
Malattie croniche: nel 2020 saranno l’80% del totale
Description
Nel 2020 le patologie croniche occuperanno ben l’80% del totale delle malattie,con conseguenze pesantissime.Già oggi sono responsabili dell’86% delle morti.
Author
Publisher Name
DENTALPLUS
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *